3 anni insieme a LapianTiamo

29gennaio2016FB

Evento presso la sede LapianTiamo, Centro Polifunzionale “Agorafollia” Via Piave 71, a Racale (LE).

Le battaglie sull’uso terapeutico intraprese negli anni, singolarmente, dai membri dell’Associazione con la successiva necessità di creare LapianTiamo e ciò che ne è scaturito grazie soprattutto al consenso e al supporto di migliaia di persone hanno cambiato la visione della Cannabis all’interno delle Istituzioni e soprattutto nelle case di moltissimi pazienti italiani. La presenza di una realtà come la nostra nelle corsie degli ospedali, nelle università e negli uffici governativi ci ha consentito di dare una spinta e una maggiore “credibilità” verso le conosciutissime proprietà terapeutiche della Cannabis rivalutandone con testimonianze ed evidenze scientifiche i molteplici benefici ottenuti. Continuiamo quotidianamente ad affiancare, personalmente, le storie di pazienti che in ogni regione d’Italia chiedono informazioni su come avere accesso a queste terapie e come fattivamente raggiungere il farmaco verde.

Venerdì 29 Gennaio 2016, in occasione del 3° compleanno, LapianTiamo organizza una giornata tutti insieme dedicata ai nuovi Amici e invita chiunque sia interessato ad informarsi sull’utilizzo di cannabinoidi a partecipare al dibattito informativo sulla Cannabis terapeutica previsto nel pomeriggio. Affronteremo tanti temi in compagnia di coloro che in questi anni hanno coraggiosamente voluto credere nella nostra “affamata” richiesta di supporto medico/scientifico e sarà un’occasione di confronto, di festa e di incoraggiamento reciproco verso l’ormai vicina, siamo certi, realizzazione della nostra mission. Leggi tutto “3 anni insieme a LapianTiamo”

Chi gioca con i malati? Parte Seconda

patente lapiantiamo ritirata

Dopo l’articolo pubblicato ieri sera eccoci a pubblicare il testo con le contestazioni ad alcuni argomenti inseriti all’interno del decreto sulla Cannabis che entrerà in vigore dal prossimo 15 dicembre.

Contestazioni ad alcuni argomenti inseriti nel “Decreto Organismo Statale per la Cannabis” da parte dell’associazione di pazienti “LapianTiamo”, di medici specialisti e ricercatori.

Impossibilità di standardizzazione delle modalità di assunzione e della biodisponibilità dei farmaci cannabinoidi.

Da quanto si desume dalla letteratura finora disponibile non è possibile in alcun modo standardizzare i preparati utilizzati per la somministrazione dei farmaci cannabinoidi per l’estrema variabilità dei risultati eccezion fatta per i casi in cui venga utilizzata una metodica di analisi sofisticata e costosa quale TLC, HPLC etc. ad ogni preparazione dei suddetti estratti.

Ciò vale sia per l’inalazione che per l’ingestione che per la somministrazione transmucosale e transdermica, pertanto non ha ragion d’essere la specifica contenuta nel  decreto (Schema di decreto del Ministero della Salute che individua le funzioni di Organismo statale per la Cannabis previsto dagli articoli 23 e 28 della Convenzione unica sugli stupefacenti del 1961, come modificata nel 1972) riguardo l’impiego elettivo di vaporizzazione, tisane e infuso rispetto a preparati oleosi, tinture alcoliche, glicoalcoliche e macerati glicerici. Leggi tutto “Chi gioca con i malati? Parte Seconda”

Chi gioca con i malati? Parte Prima

patente lapiantiamo ritirata

Nelle comunicazioni intercorse con i ministeri siamo stati ogni volta rassicurati e rimandati a tavoli di discussione mai organizzati presso i quali sarebbero dovute intervenire anche altre associazioni che come noi, ne avevano fatto richiesta con l’intenzione di parteciparvi argomentando sui vari aspetti di un decreto che stava per essere stilato per meglio consentire l’accesso ai farmaci cannabinoidi su tutto il territorio nazionale. Ebbene, senza neanche troppo stupore apprendiamo dai quotidiani (è ben scritto su quest’articolo pubblicato online su “Il Manifesto”) che stiamo ritornando maledettamente indietro di decenni, proprio in un momento storico particolare come questo in cui centinaia di pazienti di tutta Italia dimostrano di ottenere enormi benefici con l’utilizzo di terapie con prodotti cannabinoidi (estratti oleosi, estratti glicoalcolici, tinture madri, etc.).

In che modo infatti si fa ricerca se di fatto la si blocca con un decreto sulla Cannabis che  entrerà in vigore dal prossimo 15 dicembre il quale non suggerisce indicazioni sulle patologie per le quali è riconosciuto l’utilizzo terapeutico della Cannabis in tutto il mondo? Leggi tutto “Chi gioca con i malati? Parte Prima”

Prossima tappa a Napoli – Canapa in Mostra, 16/17/18 ottobre

canapa-in-mostra-2015-a-napoli-640x237

 

Alcuni di noi sono già arrivati presso il padiglione 10 alla Mostra d’Oltremare di Napoli per essere presenti al taglio del nastro che segnerà l’inaugurazione di questa nuova edizione di Canapa in Mostra. Sono tantissimi gli stand dei nostri partner che saremo lieti di visitare per parlare delle ultime novità che riguardano la Canapa nei suoi molteplici aspetti e per riportare le esperienze dei pazienti che hanno avuto modo, nel tempo, di utilizzare i loro prodotti.

Sarà l’occasione per presentare il risultato delle nostre ricerche, effettuate in collaborazione con uno dei neurologi più vicini all’Associazione, il dott. Alessio Mercurio con il supporto del dott. Alfredo Tundo (farmacista), il CNR di Lecce, la Facoltà di Biologia dell’Università del Salento e tanti altri professori, medici e professionisti di tutta Italia.

Partendo infatti dall’unico studio pubblicato sui metodi di estrazione della Cannabis ci siamo indirizzati verso una migliore e probabilmente più efficace standardizzazione che ci consente di raggiungere livelli più alti e più terapeutici per ottenere THC Oil, CBD Oil, capsule, tinture alcoliche, creme, liquidi per E-Cig e quant’altro. Leggi tutto “Prossima tappa a Napoli — Canapa in Mostra, 16/17/18 ottobre”

Pubblico ufficiale, avvertimento!

IMG-20150326-WA0004
IMG-20150326-WA0004

 

Venerdi 27 marzo 2015, fonte ADUC – Storia di un caso “irreale”… succede anche a noi. Cannabis terapeutica. Attenti ad essere malati e militanti… il caso Trisciuoglio. Riportiamo la cronaca di quanto accaduto ieri al segretario dell’associazione LapianTiamo, cannabis social club di Racale-Lecce (l’unico in Italia) impegnato in prima linea per l’uso della cannabis terapeutica che, pur essendo legalizzata (anche con leggi regionali), e’ molto difficile da reperire sul mercato sanitario.

Come da verbale: l’anno 2015 addì 26 marzo ore 11:00 circa, in considerazione dell’atteggiamento sospetto (avevo 2 stampelle che facevano paura), nonché dal fatto che venivo fermato in una zona ad alta densità di spaccio (sotto casa di mio padre in zona centralissima: sapevo ma di extracomunitari). Dopo essere stato fermato noto variare l’atteggiamento delle FF.OO. non appena sentivano odore di cannabis provenire dall’auto subito mostravo loro il barattolino di bedrocan e per dire che se avevano dubbi avevo anche il barattolino chiuso, allora hanno ben pensato di sequestrarmeli entrambi. A un certo punto ho rischiato di sentirmi sbattere a terra dal nervosismo quando mi portano in caserma per verbalizzare il tutto. L’unica colpa? Curare la mia sclerosi multipla con la cannabis che l’ospedale mi da’ da 7 anni. Nel tragitto verso la caserma e nelle 5 ore trascorse lì, lo facevo notare ai gendarmi che volevano scovare (ancora una volta) qualcosa di illegale su di me. Ma l’assurdità è quando rinvenivano sul cruscotto un barattolino di bedrocan con dentro un germoglietto di canapa industriale che porto abitualmente a seguito. A nulla è servito far presente che al primo piano di quella caserma c’era il team che aveva perquisito la mia abitazione il 29 giugno 2010 per aver acquistato online 5 semi di cannabis. A nulla serviva la mia amicizia col comandante loro (avevo diritto -sulla classica scena da film- a fare una sola telefonata all’avvocato). Insomma la storia si ripete ancora.

Andrea Trisciuoglio  Segretario LapianTiamo


Tutto questo avveniva ieri in Puglia, regione che ha deliberato all’unanimità una legge che approva il nostro Progetto Pilota sulla coltivazione di Cannabis destinata all’uso terapeutico. Le scuse non varranno certamente quanto le accuse, che di fondamento hanno solo il colore grigio dell’asfalto e del cervello. Leggi tutto “Pubblico ufficiale, avvertimento!”

Auguri da LapianTiamo!

2015 LapianTiamo

Il 2014 è stato l’anno dell’informazione sulla Cannabis Terapeutica. Riteniamo infatti fondamentale il supporto dato dai medici, dai professori e dai professionisti che affiancano la nostra Associazione e ci piace ricordare il successo della prima Puglia Cannabis Conference sponsorizzato proprio dalle stesse Istituzioni che ora ci affiancano e lavorano insieme a noi per l’attuazione della proposta di legge approvata il 22 luglio scorso. E mentre si sta per concludere la fase dei rimborsi si pensa già alla prossima Conferenza sulla Cannabis che dovrebbe tenersi entro il primo semestre del 2015.

Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che stanno telefonando, agli amici che inviano messaggi e agli sconosciuti che ci fermano per strada per augurarci buone feste e buon lavoro. E un abbraccio a tutti gli amici e le amiche che non riusciamo a sentire o a vedere a causa degli impegni che ci assalgono.

Saranno giorni di festa ma anche di appuntamenti importanti che ci indirizzeranno, siamo certi, verso la realizzazione del nostro Progetto Pilota.

L’Associazione LapianTiamo augura a tutti voi un Felice Natale e un sereno inizio 2015.

Ecco come fanno perdere tempo

Siamo testimoni reali della lentezza con la quale le Istituzioni stanno affrontando una questione importante: i rimborsi per le spese della Puglia Cannabis Conference tenutasi addirittura 5 mesi fa. Va bene che le procedure avrebbero dovuto seguire “il normale iter della burocrazia”, ma ci sembra assurdo essere arrivati a ottobre e parlare di questo.

Ecco quanto riportato dagli organizzatori sul sito ufficiale della Conferenza:

davidecontrogolia

“A distanza di cinque mesi noi organizzatori e tutti coloro che hanno permesso la realizzazione dell’evento siamo in attesa di ricevere i dovuti rimborsi da parte delle Istituzioni che, a loro tempo, si erano impegnate a sostenere economicamente le spese. E’ ammirevole il rispetto dei professionisti che attendono e si limitano a telefonare o inviare messaggi. Non si contano invece più le reiterate richieste di sollecito che stiamo effettuando quotidianamente verso gli uffici competenti e la stessa Presidenza della Regione Puglia che per prima, oltre a dimostrare totale disponibilità, si è schierata a favore dell’Associazione LapianTiamo approvando all’unanimità il Progetto Pilota promosso dalla stessa associazione pugliese (ricordiamo che si attendono le autorizzazioni necessarie per garantire una continuità all’intero progetto). Leggi tutto “Ecco come fanno perdere tempo”

Per cominciare bene…il 16 ottobre a Lecce!

wau_loc_piantiamola_fronte_definitivissima

L’Associazione LapianTiamo partecipa con piacere alla festa d’apertura dell’anno universitario organizzata presso il Centro Commerciale LO SPAZIO (Lecce) insieme a Niko Fiore Eventi, Link Coordinamento universitario, Hum Eventi, Radio Wau e MenoUno Caffè.

Ecco il link dell’evento su FB: httpss://www.facebook.com/events/334091940095003/

Durante la serata allietata dalla musica dei dj’s è previsto l’intervento dei Soci fondatori del Cannabis Social Club di Racale e sarà presente anche uno stand per ricevere info sull’Associazione, su come accedere alle terapie cannabinoidi, sugli sviluppi in merito al Progetto Pilota pugliese e vi sarà anche la possibilità di sostenerci con il tesseramento. 

In occasione dell’evento e per sensibilizzare chiunque verso il tema “Cannabis Terapeutica” è stato realizzato un promo già visibile su Youtube, un ringraziamento speciale va a tutti coloro che ci hanno permesso di realizzarlo.

Vi invitiamo a cliccare Mi piace e a condividerlo…oltre ad essere presenti giovedì.

LapianTiamo! Autorizzato progetto pilota da 1,55 euro al grammo

 

approved

Il 22 luglio ’14 è stato un giorno importantissimo che segna finalmente una svolta verso la realizzazione della mission da sempre perseguita da LapianTiamo: avviare un progetto pilota in Puglia per la coltivazione di Cannabis Terapeutica destinata a quell’ampissimo bacino di persone accompagnate da patologia che si stima essere più di 10 milioni solo in Italia (ricordiamo che la Cannabis può essere utilizzata in tantissime patologie ma anche per i “comuni” dolori mestruali).

La notizia di queste ore sull’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio regionale pugliese sulla produzione di Cannabis a fini terapeutici è frutto dell’idea, dell’impegno e della tenacia di persone che, nonostante le proprie sofferenze, hanno creduto che tutto questo fosse possibile. Dal 29 gennaio 2013 infatti il gruppo formato da Lucia, Andrea, Lallo, Roberto e William è diventato quell’esercito di persone che ha riscosso consensi non solo in Italia ma anche oltre confine (Uruguay, Canada, Spagna…). Con la realizzazione della prima Puglia Cannabis Conference inoltre si è avuta la conferma dell’interesse di quelle Istituzioni che oggi permettono l’accesso ai farmaci cannabinoidi (ASL di Lecce e Regione Puglia) e sono stati avviati rapporti di collaborazione con le Università, pronte già a partire con studi clinici supportati anche dall’Associazione LapianTiamo e dai prodotti che essa intende far arrivare nelle mani dei pazienti. Leggi tutto “LapianTiamo! Autorizzato progetto pilota da 1,55 euro al grammo”

Dal Senato la Cannabis fa bene

 

Foto Senato 5 giugno

Lo scorso 5 giugno abbiamo partecipato ad un incontro in Senato organizzato dall’On. Luigi Manconi dal titolo (da noi criticato): “La cannabis fa bene, la cannabis fa male”.

Oltre a proporvi il link attraverso il quale è possibile visionare l’intero dibattito tra cui l’intervento del nostro Tesoriere, pubblichiamo anche una lettera arrivata il giorno dopo da Luigi, affetto da Sla (Sclerosi Laterale Amiotrofica).

Si tratta di un messaggio che avrebbe voluto leggere ai presenti e noi, seppur con ritardo, gli diamo il dovuto spazio lasciando a voi lettori le giuste riflessioni:

“Che delusione il convegno, una sfilata di persone che ci dicono cosa si dovrebbe fare, norme, decreti, crisi ideologiche e culturali, quante scuse.
Odio le scuse voglio le ragioni per combatterle ma le ragioni vere, come il contrabbando e lo spaccio.
Io ho la Sla e credo di aver raggiunto lo stadio finale , il terzo era 10 mesi fa e da allora molto è cambiato”

Come è difficile  per un paziente stare vicino ai non pazienti,  pretendono che il paziente si comporti,  nei modi e nei tempi come i non  pazienti . Leggi tutto “Dal Senato la Cannabis fa bene”