29 Gennaio 2018

Buon compleanno e nulla da festeggiare.

Persone ammalate che incontrano sul loro cammino delle impossibilità oggettive per la cura della propria salute sono persone condannate a soffrire.

Oltre il “necessario”.

Capita sovente che, per questioni di principio, o in nome di “questo” o “quel” dogma, vengano posti sul percorso del malato paletti che diventano veri e propri insormontabili macigni.

Oggi non festeggia nessuno… però si parte con il buonsenso di chi non ha più tempo.

Vi parliamo di assunzione di cannabis, così come pure della lunga lista di uomini, donne, anziani e bambini con patologie che dall’uso di essa hanno tratto giovamento e come proprio questi ci hanno spinto a creare “LapianTiamo”: il primo cannabis social club fatto da malati rivolto soprattutto ai malati.

La missione di “LapianTiamo” da sempre è un messaggio d’amore, di rispetto e di condivisione verso i malati e di sostegno al fine di alleviare le sofferenze di coloro che, affetti da malattie fortemente invalidanti, non chiedono altro che una qualità di vita migliore. In ciò la cannabis ha dimostrato ampiamente di poterci riuscire.

Una società definibile come civile non può continuare a reggersi su dogmi e preconcetti in tema di Salute. Troviamo in ogni forma di proibizionismo uno dei maggiori ostacoli che, i pazienti già fortemente provati, debbono avere l’audacia di scavalcare.

Questo non va bene! Non va assolutamente bene!!!

Da anni, il Ministero della Salute italiano conosce le battaglie di LapianTiamo.

Ministri e burattini hanno ritenuto di dover intervenire a modo loro bloccando di fatto il progetto pilota della Regione Puglia affidando il futuro di chi soffre ai militari, con la previsione di creare quello che di fatto è diventato un monopolio statale di Marijuana fatto male e senza attenzione alcuna.

Sono nati dei veri e propri “mostri” da un lavoro di socialità e umanità partito da chi invece ogni giorno, della cannabis, ne fa la sola ed unica terapia.

Per difenderci e difendersi da questi mostri, pazienti e familiari hanno creato reti di collaborazioni organizzando incontri con esperti e informandosi come si fa quando si è in stato grave di malattia, quando vige il detto: “diventi medico di te stesso”…

E ovviamente, chi ha la possibilità di testare sul proprio male questa tipologia di cura così come tanti altri stanno sviluppando nozioni tecniche su questa, chiede a gran voce un cambiamento SUBITO!

In questi ultimi mesi poi vi sono blocchi nelle dispensazioni di Cannabis dall’Olanda e da Firenze e da diverso tempo le cure sono state interrotte per pazienti con Sclerosi Multipla, SLA, Tumori, Epilessie farmacoresistenti, Tourette, Alzheimer, Parkinson… Loro interrompono con la burocrazia le cure, le malattie avanzano e il numero di pazienti cresce ogni giorno di più.

Per questo motivo, ufficialmente, il Direttivo LapianTiamo in rappresentanza di tutti i propri Amici Usufruitori ormai stanchi di promesse mai mantenute da parte di una Politica sorda, partendo con le proprie coltivazioni destinate all’uso terapeutico si espone anche a rischi penali e riconosce nelle sofferenze di chi soffre, dei loro familiari e di coloro che sensibili sposano la causa per il diritto alla cura come sancito nell’Art.32 della Costituzione Italiana:

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo nell’interesse della collettività, garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

Si parte anche se a tutt’oggi le autorizzazioni ministeriali continuano ad essere inesistenti e, tutto ciò, per tutelare la nostra salute.

Correremo altresì il rischio del sequestro del raccolto.

I Responsabili avranno accesso al database di persone affette dalle patologie sopra citate regolarmente registrate a LapianTiamo e si occuperanno dell’avanzare delle varie fasi che porteranno, a breve, i primi frutti.

Lo Stato, se è Stato, si occupi dei malati esclusivamente attraverso un’adeguata conoscenza e preparazione dei medici.

Figure professionali che potranno alleviare e/o, perché no, aiutare ad eliminare atroci dolori e sofferenze.

C’è chi vuole definirla ancora come disobbedienza civile. Per noi cittadini (malati e non) che lottiamo quotidianamente, e per coloro che si sono spesi fin dal primo momento per la coltivazione di cannabis secondo le esigenze dei malati, si tratta di un vero e proprio atto di logica e buonsenso.

LapianTiamo!

Il crimine più grande è restare con le mani in mano

Con pochissimi giorni di preavviso siamo partiti lo scorso giovedì 26 maggio per Roma invitati a comparire alla Camera dei Deputati presso l’Aula della Commissione Giustizia, nell’ambito dell’indagine conoscitiva in merito all’esame delle proposte di legge recanti disposizioni in materia di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis e dei suoi derivati ed hanno svolto le seguenti audizioni:

  • Patrizio Gonnella, presidente dell’Associazione Antigone e della Coalizione italiana per i diritti e le libertà civili;
  • Riccardo De Facci, vice presidente del Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca);
  • Ferdinando Ofrìa, professore di politica economica presso l’università degli studi di Messina;
  • Carlo Alberto Zaina, avvocato;
  • Andrea Trisciuoglio e William Verardi, rappresentanti dell’associazione “LapianTiamo”;
  • Elisabetta Bertol, professoressa di tossicologia forense presso l’Università di Firenze;
  • rappresentanti della Federazione italiana degli operatori dei dipartimenti e dei servizi delle dipendenze (Federserd);
  • rappresentanti della Federazione italiana comunità terapeutiche (Fict);
  • rappresentanti dell’Associazione italiana per la cura dipendenze patologiche (ACuDiPa);
  • rappresentanti della Comunità incontro Amelia

Mentre uscivamo dai “palazzi” abbiamo compreso che finalmente si sta dando importanza a quanto fatto da LapianTiamo finora, al progetto del Cannabis Social Club fatto da malati e per i malati. E nel ricordo di Marco Pannella che sotto molti punti di vista docet nella sua storia, abbiamo portato ancora una volta il nostro corpo malato al cuore della politica… così come ancora una volta abbiamo ribadito il nostro motto “un aiuto reciproco tra malati”. E’ stata anche una soddisfazione rivolgersi all’attuale Dipartimento Politiche Antidroga ricordando ciò che venne fatto da noi con Serpelloni e Giovanardi, ricordando il gioco che si faceva quando eravamo bambini quando a battaglia navale urlavamo: “Colpito! Colpito! Colpito… e poi affondato!

Abbiamo anche ascoltato quasi stufi e stanchi le solite affermazioni su dipendenze da cannabis ed effetti paragonabili “alla LSD” e abbiamo sentito tanto di troppe droghe quasi la cannabis fosse una di esse. Oggi è giunto finalmente il momento di cambiare rotta.

Nel video è possibile rivedere l’intervento di LapianTiamo. Ecco il link del video originale visibile direttamente dal sito della Camera: https://webtv.camera.it/evento/9526

Buona visione…

Leggi tutto “Il crimine più grande è restare con le mani in mano”

LapianTiamo e Dinafem Seed insieme per un esperimento collettivo

Dopo aver condiviso tanti momenti in occasioni diverse presso fiere, congressi, manifestazioni e dopo aver consolidato un rapporto di amicizia e collaborazione siamo stati ospiti di Dinafem a San Sebastian. Il fine di questo viaggio e questa occasione offertaci è rivolto alle differenze, ai percorsi e alle esperienze finora fatte da associazioni, ricercatori e seed bank produttrici di genetiche di Cannabis medicale.

Ecco il contenuto dell’articolo che compare sul blog di Dinafem:

Si è conclusa la visita ufficiale dell’associazione LaPiantiamo a Dinafem, nei Paesi Baschi. Il gruppo di pazienti attivisti ha  potuto constatare come due paesi così lontani geograficamente e culturalmente, possano in realtà sentirsi più vicini, condividendo questioni sociali di interesse comune. L’intento di aver promosso una visita nei Paesi Baschi è stato quello di favorire il dialogo tra le comunità attraverso la condivisioni di esperienze e contenuti.

Sia le politiche proibizionistiche italiane che la depenalizzazione in Spagna Leggi tutto “LapianTiamo e Dinafem Seed insieme per un esperimento collettivo”

Grazie IvanArt per LapianTiamo

 

IMG-20160317-WA0015

Tempo fa chiedevamo una vignetta ad IvanArt (conosciuto da tantissimi lettori di Dolcevita e non solo) e volevamo che il tema si concentrasse sulla speranza che in tanti ripongono nel raggiungere la Cannabis sottolineando però due tra i più importanti aspetti che ruotano intorno a questa pianta: la terapia e il denaro.

Negli ultimi periodi infatti stiamo assistendo ad un incremento senza sosta di richieste da parte dei malati che cercano disperatamente la strada per arrivare ad un miglioramento della propria qualità di vita attraverso terapie con cannabinoidi e allo stesso tempo sono nate e continuano a nascere aziende all’estero ma anche in Italia che propongono prodotti legalmente acquistabili, in diverse forme anche se non prescrivibili dai medici, alimentando però circuiti che restano incontrollati sotto l’aspetto clinico vero e proprio del paziente interessato, senza contare poi i costi assurdi che ormai hanno raggiunto ovunque tutti i prodotti contenenti la parola “cannabis”.

Tra olandesi e ditte importatrici italiane (autorizzate) che moltiplicano i prezzi, farmacie e medici disinformati, spacciatori e mercato nero, politici e politicanti, pazienti e semplici cittadini…c’è chi non vede l’ora…e c’è chi ci vede solo l’oro.

Grazie ancora a IvanArt per averci dedicato questa splendida vignetta!

Associazione LapianTiamo

2015 Anno LapianTiamo – Convegno a Foggia, 3 Febbraio

locandina

Il 29 gennaio 2015 l’Associazione LapianTiamo compirà due anni e per questa occasione è stato organizzato un convegno a Foggia in collaborazione con le associazioni Viva la Vita Italia Onlus e Maria Teresa Di Lascia. L’evento si terrà martedì 3 febbraio presso il salone del Palazzo della Dogana in Piazza XX Settembre, l’inizio è previsto per le ore 17:00 e durante l’incontro vi saranno numerosi interventi per discutere dei passi compiuti in quest’ultimo anno dall’Associazione LapianTiamo in merito all’attuazione del Progetto Pilota sulla coltivazione e distribuzione di Cannabis terapeutica e derivati.

Vi sarà la partecipazione di LapianTiamo e dei segretari delle associazioni organizzatrici, dell’ Ing. Attilio Manfrini, Direttore Generale ASL F, del Dott. Donato Pentassuglia, Assessore al welfare della Regione Puglia, del Prof. Maurizio Inghilleri dell’Università La Sapienza di Roma, del Dott. Alessio Mercurio, neurologo e ricercatore LapianTiamo, del Dott. Salvatore Onorati, presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Foggia e del Consigliere regionale Sergio Blasi, estensore della legge regionale sulla cannabis terapeutica in Puglia e primo sostenitore del Progetto Pilota che intendiamo far partire nell’immediato qui in Puglia.

Vi saranno anche importanti testimonianze di malati e familiari che racconteranno le proprie esperienze e siamo certi sarà anche un momento di incontro importante rivolto a tutti coloro che sono affetti da patologie, per le quali le cure con cannabinoidi risultano efficaci e che invitiamo a partecipare all’incontro, per informarsi sui metodi di approvvigionamento, su metodi di efficacia e altre notizie relative alla Cannabis in maniera corretta.

L’invito è aperto a tutti, ecco il link che vi riporterà anche all’evento su FB: httpss://www.facebook.com/events/1400396790255183/
Per qualsiasi informazione potete inviare una mail a info@lapiantiamo.it o contattarci ai recapiti che trovate nella sezione “Contatti”.

 

 

Per cominciare bene…il 16 ottobre a Lecce!

wau_loc_piantiamola_fronte_definitivissima

L’Associazione LapianTiamo partecipa con piacere alla festa d’apertura dell’anno universitario organizzata presso il Centro Commerciale LO SPAZIO (Lecce) insieme a Niko Fiore Eventi, Link Coordinamento universitario, Hum Eventi, Radio Wau e MenoUno Caffè.

Ecco il link dell’evento su FB: httpss://www.facebook.com/events/334091940095003/

Durante la serata allietata dalla musica dei dj’s è previsto l’intervento dei Soci fondatori del Cannabis Social Club di Racale e sarà presente anche uno stand per ricevere info sull’Associazione, su come accedere alle terapie cannabinoidi, sugli sviluppi in merito al Progetto Pilota pugliese e vi sarà anche la possibilità di sostenerci con il tesseramento. 

In occasione dell’evento e per sensibilizzare chiunque verso il tema “Cannabis Terapeutica” è stato realizzato un promo già visibile su Youtube, un ringraziamento speciale va a tutti coloro che ci hanno permesso di realizzarlo.

Vi invitiamo a cliccare Mi piace e a condividerlo…oltre ad essere presenti giovedì.

LapianTiamo! Autorizzato progetto pilota da 1,55 euro al grammo

 

approved

Il 22 luglio ’14 è stato un giorno importantissimo che segna finalmente una svolta verso la realizzazione della mission da sempre perseguita da LapianTiamo: avviare un progetto pilota in Puglia per la coltivazione di Cannabis Terapeutica destinata a quell’ampissimo bacino di persone accompagnate da patologia che si stima essere più di 10 milioni solo in Italia (ricordiamo che la Cannabis può essere utilizzata in tantissime patologie ma anche per i “comuni” dolori mestruali).

La notizia di queste ore sull’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio regionale pugliese sulla produzione di Cannabis a fini terapeutici è frutto dell’idea, dell’impegno e della tenacia di persone che, nonostante le proprie sofferenze, hanno creduto che tutto questo fosse possibile. Dal 29 gennaio 2013 infatti il gruppo formato da Lucia, Andrea, Lallo, Roberto e William è diventato quell’esercito di persone che ha riscosso consensi non solo in Italia ma anche oltre confine (Uruguay, Canada, Spagna…). Con la realizzazione della prima Puglia Cannabis Conference inoltre si è avuta la conferma dell’interesse di quelle Istituzioni che oggi permettono l’accesso ai farmaci cannabinoidi (ASL di Lecce e Regione Puglia) e sono stati avviati rapporti di collaborazione con le Università, pronte già a partire con studi clinici supportati anche dall’Associazione LapianTiamo e dai prodotti che essa intende far arrivare nelle mani dei pazienti. Leggi tutto “LapianTiamo! Autorizzato progetto pilota da 1,55 euro al grammo”

Dalla Puglia il Via Libera! Ne parliamo a Melpignano…

Ricordando le belle parole della gente incontrata ogni giorno e lasciando ai mercenari il tempo che trovano, abbiamo l’opportunità di raccontare quello che in questi mesi abbiamo costruito insieme. Nel percorso burocratico abbiamo sempre trovato il tempo e lo spazio per incontrare persone nuove, aiutarle ad intraprendere il difficile e burrascoso iter per ottenere farmaci come il Bedrocan e sostenerli quando non ci sono riusciti, perché la via per accedervi è una salita infinita fatta di medici e farmacie ospedaliere disinformati, ritardi di approvvigionamenti per i pochi “fortunati” (magari con SLA e Cancro) e poca disponibilità da parte delle strutture ad accogliere l’enorme quantità di richieste da parte di sempre più malati che chiedono di accedere a farmaci cannabinoidi.

LapianTiamo è stata senza dubbio “la chiave di svolta” per quanto è accaduto ieri 07 luglio in Puglia, dove la commissione Sanità del Consiglio regionale (che ringraziamo a nome dell’intera Associazione) ha approvato la proposta di legge che regola, per la prima volta, la sperimentazione della produzione di Cannabis sul territorio regionale (legge ideata e proposta dal consigliere regionale Pd Sergio Blasi). Leggi tutto “Dalla Puglia il Via Libera! Ne parliamo a Melpignano…”

Dal Senato la Cannabis fa bene

 

Foto Senato 5 giugno

Lo scorso 5 giugno abbiamo partecipato ad un incontro in Senato organizzato dall’On. Luigi Manconi dal titolo (da noi criticato): “La cannabis fa bene, la cannabis fa male”.

Oltre a proporvi il link attraverso il quale è possibile visionare l’intero dibattito tra cui l’intervento del nostro Tesoriere, pubblichiamo anche una lettera arrivata il giorno dopo da Luigi, affetto da Sla (Sclerosi Laterale Amiotrofica).

Si tratta di un messaggio che avrebbe voluto leggere ai presenti e noi, seppur con ritardo, gli diamo il dovuto spazio lasciando a voi lettori le giuste riflessioni:

“Che delusione il convegno, una sfilata di persone che ci dicono cosa si dovrebbe fare, norme, decreti, crisi ideologiche e culturali, quante scuse.
Odio le scuse voglio le ragioni per combatterle ma le ragioni vere, come il contrabbando e lo spaccio.
Io ho la Sla e credo di aver raggiunto lo stadio finale , il terzo era 10 mesi fa e da allora molto è cambiato”

Come è difficile  per un paziente stare vicino ai non pazienti,  pretendono che il paziente si comporti,  nei modi e nei tempi come i non  pazienti . Leggi tutto “Dal Senato la Cannabis fa bene”

Dopo la Puglia Cannabis Conference…

La prima Puglia Cannabis Conference è stata fortemente voluta dallo stesso Presidente Nichi Vendola per portare nella nostra regione quei medici e professori che dedicano la propria attività di ricerca alle proprietà terapeutiche della Cannabis Medicinale nelle tante patologie trattabili con questa pianta. Ci riteniamo molto soddisfatti della riuscita dell’evento e un ringraziamento particolare va alla Regione Puglia e alla ASL di Lecce che, dando fiducia all’Associazione LapianTiamo, si potranno certo ritenere orgogliose come Istituzioni di aver contribuito ad informare realmente medici e pazienti sull’uso della Cannabis come medicina.
pubblico 1    foto pubblico spalle
La partecipazione è stata molto sentita e tanti dei presenti (con patologia, su sedia e con difficoltà a restare per ore nello stesso luogo) hanno affrontato questa “maratona” con un’energia che è difficile spiegare con semplici parole. Abbiamo anche trasmesso una diretta streaming e tutto il materiale registrato audio, video e foto  sarà presto pubblicato qui sul nostro sito e su quello ufficiale dell’evento: www.pugliacannabisconference.org. Erano presenti anche rappresentanti dell’Università di Lecce (i Prof. Michele Maffia e Prof. Luigi De Bellis), l’Assessore alle Politiche Ambientali di Lecce Andrea Guido che ultimamente ha dichiarato di mettere a disposizione un’area del Parco di Rauccio a Lecce qualora possa servire per far partire quanto prima il progetto LapianTiamo . Presente anche il Sindaco di Racale Donato Metallo il quale, durante i saluti finali, ha emozionato i presenti con parole dedicate al progetto dei ragazzi di LapianTiamo.Un forte applauso ha accompagnato le poche parole di Lucia che, nelle vesti di Presidente dell’Associazione, dopo aver salutato tutti gli amici e i partecipanti si è rivolta ai Medici, Dottori e Ricercatori arrivati dalla Spagna, dalla Svizzera e dalla Sapienza di Roma dicendo loro: “Dalla Vostra Ricerca dipende il nostro benessere…e Vi ringraziamo”.

Leggi tutto “Dopo la Puglia Cannabis Conference…”